La collezione Y-3 e le ispirazioni pseudo – scientifiche

Yohji non smette mai di farci usare il cervello, anche e soprattutto nell’ ambito della moda.

Ecco, quindi, che, nella sua ultima collezione, ci mette alla prova, mettendoci di fronte ad una serie di ispirazioni / encomi adelle fiction di base scientifica.

Questo esce fuori, specie guardando ai pattern (che, più o meno evidentemente, ricordano delle galassie, ma anche grafiche aliene.

Questi elementi appaiono lungo tutta la gamma.

Il genio di Yohji Yamamoto, poi, si rivela al pubblico grazie al lookbook, che presenta un servizio fotografico ossimorico: abbiamo, infatti, il panorama della Parigi storica, in netto contrasto con la linea futuristica che segue la collezione Y-3.

E, questo rapporto ossimorico, in fin dei conti, porta ad una sorta di equilibrio.

Insomma, tanto per cambiare, un lavoro ben riuscito.