Marc Newson x NikeLab Air VaporMax – Guardiamo meglio

Dopo il debutto sul web, certificato da una sola foto, finalemente possiamo vedere da vicino uno di quei design pericolosi; scrivo “pericolosi” perché, al di là dei fan che comprano perché si tratta di una collaborazione o perché sfornato da NikeLab, i tratti generali di questo esperimento non sono di metabolizzazione immediata.

L’ eventuale metabolizzazione, poi, non garantisce l’ amore incondizionato, anzi.

Anche la scelta dei colori è coraggiosa, ambiziosa e temeraria, calcolando il contrasto di colore interno e la distribuzione del colore sulla silhouette.

Personalmente parlando, questa sneaker ha convinto almeno al terzo sguardo ma, a onor del vero, adesso profuma di must have.

Dopo tutta questa premessa, andiamo a vedere di cosa si tratta: la prima versione hi-top delle VaporMax si presenta col collare a calzino; tutta la parte superiore è costruita in Flyknit, color verde foresta; su parafango e strap di Velcro, abbiamo un assetto in pelle color “abbronzatura”; come suola, troviamo i cuscinetti tipici della VaporMax, in una variante di colore che richiama il ghiaccio.

L’ assenza dei lacci è colmata, come già scritto, da uno strap.

Lo Swoosh è in bassorilevo, sul tallone mentre, all’ apice del Flyknit, sul retro, troviamo la firma MN (Marc Newson).

Oggettivamente parlando, il lavoro dietro è evidente, le rifiniture sono delle perle.

Quindi, ricapitolando, questa incognita verrà lanciata il 26 marzo (Air Max Day), per 275$, su NikeLab o da retailers come Social Status .