Junya Watanabe x The North Face x Karrimor

Fa ancora un certo caldo ma, nell’immaginario streetwear, chi si ferma è perduto e, per questo, è in arrivo una collaborazione di tutto rispetto; infatti, in vista dell’imminente autunno (magari fosse vero), è stato messo in moto il progetto Junya Watanabe x The North Face x Karrimor.

Lo stilista di casa COMME des GARÇONS ha pensato di unire l’utile al dilettevole, anzi, non proprio; il lavoro che è stato portato a termine è, forse, una delle soluzioni prospettabili al continuo incremento di furti, ai danni dei turisti, nei mezzi pubblici, ma non solo: ecco, dunque, quella che, con ogni probabilità, è l’apertura ad un nuovo modo di concepire giacche e backpack, al punto da renderli un unicum.

Lo zaino diventa il retro della giacca, rendendo quindi tutto molto più vicino, ma anche più lontanto; infatti, come è vero che un’idea simile può disincentivare il tentativo di scippi e furti, allo stesso tempo mette il possessore in condizioni un tantino scomode, tanto da dover levare il giacchetto per prendere qualsiasi cosa sia all’interno dello “zaino” o, tutt’al più, farsi accompagnare sempre e comunque, in modo da scaricare ad altri l’incombenza di trovare quel burro di cacao che, tanto, serve sempre.

Inoltre, la precedente collaborazione tra Watanabe e The North Face, ad esempio, aveva incentrato in modo più deciso l’idea di estetica mista al concetto di capo d’abbigliamento finalizzato al calore continuo.

Insomma, un’intuizione simpatica, ma per nulla funzionale, che rende Junya Watanabe x The North Face x Karrimor qualcosa di fruibile solo per chi davvero ne abbia bisogno.